Ogni quanto cambiare materasso

Stai pensando ogni quanto cambiare un materasso, la risposta è un po’ difficile: la durata effettiva dei materassi dipende dal design e dai materiali di riempimento. 

Tuttavia, anche un’opzione di alta qualità e costosa non può durare per sempre: l’elasticità del prodotto diminuisce gradualmente, inizia la deformazione delle molle e del riempitivo quindi il livello di comfort diminuisce. 

Non vale la pena posticipare l’acquisto di un nuovo letto a scapito della tua salute e comodità: la sostituzione tempestiva del materasso è necessaria per un sonno sano.

Perché è necessario cambiare il materasso

La risposta generale alla domanda su ogni quanto cambiare il materasso e quando arriva il momento di acquistarne uno nuovo è ovvia, con un chiaro deterioramento delle sue proprietà e la comparsa di disagio. I fattori che evidenziano la perdita delle proprietà del materasso sono i seguenti:

  1. Diminuzione della qualità del sonno. Dopo aver dormito su un materasso inutilizzabile puoi sentire come gli arti e tutto il corpo si intorpidiscono il che è associato alla perdita del corretto supporto a causa di una violazione delle strutture del riempitivo. Inoltre, su un prodotto del genere diventa difficile mettersi a proprio agio per addormentarsi rapidamente e alcuni sperimentano persino l’insonnia. Nel tempo il disagio peggiorerà quindi quando compaiono tali sensazioni è tempo di pianificare l’acquisto di un nuovo materasso.
  2. Il materasso è stato acquistato 10 anni fa o più. I moderni modelli senza molle con lastre solide in lattice naturale e schiume ortopediche nonché materassi a molle indipendenti possono durare più a lungo. Tuttavia, la lettiera su blocchi dipendenti e con riempitivi economici non resiste a un uso così a lungo termine e quindi è necessario cambiarli molto prima.
  3. Difetti e deformazioni. I segni della distruzione del riempitivo e dell’usura del blocco a molla includono molle che hanno iniziato a pungersi, l’aspetto di un forte cigolio, pieghe e ammaccature evidenti nonché un evidente odore sgradevole. In tutti questi casi è necessario sostituire il materasso il prima possibile altrimenti sarà impossibile dormire a sufficienza e, in alcuni casi, i problemi alla schiena saranno inevitabili.

Leggi anche: 5 Migliori Materassi a Molle Insacchettate

Durata di vita di diversi tipi di materassi

Puoi determinare la frequenza con cui il materasso deve essere cambiato in base alla sua composizione e al suo design. In questo caso i produttori definiscono i seguenti tempi:

  • durata di un materasso in lattice naturale – fino a 20 anni;
  • la durata di un materasso in cocco è fino a 10 anni;
  • la durata del materasso in schiuma è 2-5, massimo 7 anni;
  • durata di servizio di un materasso con proprietà ortopediche – 7-12 anni;
  • durata di servizio di un materasso con un blocco dipendente Bonnel – 5-7 anni;
  • la durata di un materasso a molle con un blocco indipendente è di 10-15 anni, a seconda del tipo di riempitivo.

Come prolungare la vita del tuo materasso

Spesso le persone rimandano l’acquisto di uno nuovo materasso a causa dell’elevato costo del prodotto. Se è necessario utilizzare il modello fino alla fine della vita utile stabilita dal produttore e anche il più a lungo possibile alcune regole di cura e funzionamento aiuteranno a far fronte a questo compito.

Ruotare periodicamente

Questa procedura deve essere eseguita solo con i modelli a molla – non è richiesta per i modelli senza molla. La rotazione viene eseguita in momenti diversi in due modi: una volta al mese verticalmente in senso antiorario dall’alto verso il basso e una volta ogni 6 mesi sul piano orizzontale. Ciò consente di distribuire uniformemente il carico sui lati del materasso e permette di recuperare le zone di rigidità sulle quali viene esercitata la maggiore pressione.

Pulizia regolare

Si consiglia di aspirare il materasso almeno due volte a settimana e di lasciare arieggiare in una stanza con balcone e finestre aperte almeno una volta al mese. Si consiglia inoltre di lavare a secco la biancheria da letto ogni 1-2 anni – questo può essere fatto a casa utilizzando prodotti per mobili imbottiti.

Il lavaggio a secco dei materassi con l’ausilio di prodotti e attrezzature professionali viene effettuato ogni 5 anni o più spesso quando compare una contaminazione particolarmente forte. In quest’ultimo caso è necessario contattare senza indugio gli specialisti: i dipendenti dell’azienda del prodotto verranno direttamente a casa tua.

Uso di coprimaterassi

Le moderne fodere protettive realizzate con materiali pratici e sicuri non solo aumentano il comfort del letto ma mantengono il materasso intatto per tutta la sua vita. Sono facili da lavare e la varietà di modelli ti consente di trovare un coprimaterasso di alta qualità per qualsiasi biancheria da letto: leggero e sottile, impermeabile o alto.

Operazione corretta

Ci sono una serie di azioni che non devono essere eseguite con il materasso per evitare deformazioni perdita di rigidità e rendere inutilizzabile il prodotto:

  • qualsiasi tentativo da parte di bambini e adulti di utilizzare il materasso come un trampolino – saltare, ecc .;
  • piegatura di materassi a molle;
  • spazio per l’esposizione a lungo termine vicino a dispositivi di riscaldamento o posizionamento orizzontale;
  • posizionare oggetti estranei sotto il prodotto provocandone lo spostamento e la modifica della sua posizione.

Se seguite tutti questi metodi anche i materassi economici dureranno molto più a lungo garantendo un sonno confortevole senza creare alcun disagio per i proprietari. Tuttavia, prima o poi dovrai ancora cambiare il materasso – ed è meglio farlo entro la vita di servizio senza ritardare l’acquisizione di un nuovo modello confortevole.

Leggi anche: Miglior Materasso per te del 2021 – consigli e prezzi

FAQ - domande frequenti

Come accennato in precedenza su ogni quanto cambiare materasso, la durata di un materasso dipende dal materiale di cui è composto, da come è fatto e da come viene utilizzato.

Di seguito in ordine, partendo dal materasso più resistente:

  • lattice – 20-25 anni;
  • molle indipendenti in combinazione con altro materiale – 10-15 anni;
  • materasso ortopedico e materasso memory foam – 7-12 anni;
  • cocco – 10 anni;
  • blocco di molle dipendenti Bonnel – 5-7 anni;
  • materasso in schiuma – 2-5, massimo 7 anni.

Conclusioni

Il cambio del materasso è una procedura inevitabile e molto importante. Il mancato cambio del materasso può influire sulla salute. Seguendo i nostri consigli su come prolungare la vita del tuo materasso e prestando attenzione ai primi segni di fine vita del tuo attuale materasso puoi evitare problemi e preoccupazioni inutili.

Ci auguriamo che questo articolo ti abbia aiutato a trovare le risposte ad alcune delle tue domande. Se vuoi ancora chiedere qualcosa o vuoi lasciare un commento saremo felici di riceverli.

Riferimenti:

  1. Come Ruotare un Materasso. Retrieved from: https://www.wikihow.it/Ruotare-un-Materasso
  2. Come Arieggiare un Materasso. Retrieved from: https://www.wikihow.it/Arieggiare-un-Materasso
  3. Farepole (La Spezia): un materasso vecchio è antigienico e causa problemi a muscoli e schiena. Retrieved from: https://www.ansa.it/pressrelease/liguria/2021/03/25/farepole-la-spezia-un-materasso-vecchio-e-antigienico-e-causa-problemi-a-muscoli-e-schiena_e4d19b3a-0ee3-4438-9b6a-2408cdc41f45.html
  4. Materasso Ortopedico: cosa significa e chi dovrebbe acquistarlo. Retrieved from: https://www.varesenews.it/2021/03/materasso-ortopedico-cosa-significa-acquistarlo/1320956/
  5. Allergia agli acari della polvere, ecco come riconoscerla e combatterla. Retrieved from: https://www.cesenatoday.it/benessere/salute/acari-della-polvere-come-riconoscere-allergia.html

 

Autore del post

Laura J Prezzo - Editore

Laura J Prezzo

Laura J Prezzo è la blogger principale del nostro sito ed esperta di interni domestici. È anche un’appassionata appassionata di comfort domestico. Passa il tempo a leggere, nuotare e giocare a scacchi. Puoi trovare maggiori informazioni su di lei qui.